UNA RACCOLTA D’ARTE RITROVATA IN ANTEPRIMA A PARMA

Da Monet a Picasso, da Gauguin a Magritte, una collezione privata di grande fascino svelata al pubblico prima della vendita all’asta è visibile all'Ape Parma Museo, dal 6 al 15 settembre.

Oltre 130 pezzi provenienti da una collezione privata di grande fascino e valore, riuniti ed esposti al pubblico per la prima volta insieme. 

Corcos, Mirò, Degas, Pisarro, Balla, Gauguin, Picabia, Kandinsky, Magritte, Renoir, Van Gogh, Toulouse-Lautrec, Matisse, Monet, Modigliani, Chagall, Boccioni, Cézanne, Manet e Picasso sono solo alcuni degli artisti di primo piano che si possono "incontrare" negli eleganti spazi espositivi di Ape Parma Museo. 

Accanto a loro, anche sorprendenti opere di autori meno noti. Non manca poi una rappresentanza di qualità di artisti locali, quali Amedeo Bocchi, Carlo Mattioli, Goliardo Padova, Renato Vernizzi e altri. L'esposizione dal titolo Una raccolta d'arte ritrovata in anteprima a Parma è realizzata dall’Istituto Vendite Giudiziarie di Parma, in collaborazione con la Casa D’Aste Pandolfini.

La mostra rimane aperta dal 6 al 15 settembre, dalle ore 10:00 alle ore 18:00, con ingresso gratuito. All'Ape Parma Museo in Via Farini, 32/a (PR). L'APE Parma Museo si trova nel centro storico di Parma, a 100 metri da Piazza Garibaldi, in zona a traffico limitato e in un’area prevalentemente pedonale. Il parcheggio a pagamento più vicino (a circa 700 metri) è ubicato in via Goito n. 1.

Per informazioni: Tel. 0521 2034 | Email: info@apeparmamuseo.it

(Foto di Marco Vasini)