Il premio Guareschi 2019 assegnato ad Andrea Vitali

La giuria della IV^ edizione del "World Humor Awards 2019, dal mondo piccolo al mondo grande", ha assegnato il premio umorismo nella letteratura "Giovannino Guareschi" allo scrittore Andrea Vitali.

L'autore è nato a Bellano, sul lago di Como, nel 1956. Medico di professione, ha coltivato da sempre la passione per la scrittura esordendo nel 1989 con il romanzo "Il procuratore", che si è aggiudicato l’anno seguente il premio Montblanc per il romanzo giovane.

 La motivazione: "Quest’anno il premio per l’umorismo nela letteratura è stato assegnato ad Andrea Vitali, per aver saputo cogliere nella sua vasta produzione letteraria di grande successo, con oltre 3 milioni di copie vendute, la straordinaria lezione di Giovannino Guareschi. Vitali ha saputo ricostruire a Bellano, sul lago di Como, dando vita a personaggi indimenticabili, il suo grande “mondo piccolo”, la memoria e l’identità della provincia, ancora viva e ricca di storie che strappano un sorriso e toccano il cuore della gente. Una storia unica, raccontata attraverso una saga di romanzi, che più sprofondano nella provincia, più diventano universali. Un premio meritatissimo per dire grazie al lavoro di Andrea Vitali."

Andrea Vitali è nato a Bellano, sul lago di Como, nel 1956. Medico di professione, ha coltivato da sempre la passione per la scrittura esordendo nel 1989 con il romanzo Il procuratore, che si è aggiudicato l’anno seguente il premio Montblanc per il romanzo giovane.

L'autore, nel 1996 ha vinto il premio letterario Piero Chiara con "L’ombra di Marinetti". Approdato alla Garzanti nel 2003 con "Una finestra vistalago" (premio Grinzane Cavour 2004, sezione narrativa, e premio Bruno Gioffrè 2004), ha continuato a riscuotere ampio consenso di pubblico e di critica con i romanzi che si sono succeduti, costantemente presenti nelle classifiche dei libri più venduti, ottenendo, tra gli altri, il premio Bancarella nel 2006 (La figlia del podestà), il premio Ernest Hemingway nel 2008 (La modista), il premio Procida Isola di Arturo Elsa Morante, il premio Campiello sezione giuria dei letterati nel 2009, quando è stato anche finalista del premio Strega (Almeno il cappello), il premio internazionale di letteratura Alda Merini, premio dei lettori, nel 2011 (Olive comprese). Nel 2008 gli è stato conferito il premio letterario Boccaccio per l'opera omnia e nel 2015 il premio De Sica.

Con Massimo Picozzi ha scritto anche "La ruga del cretino". I suoi romanzi più recenti sono: "A cantare fu il cane" e "Bello e elegante e con la fede al dito".

Andrea Vitali ritirerà il riconoscimento sabato 11 maggio 2019 alle ore 18:00 presso l’Archivio Guareschi di Roncole Verdi, Busseto (Parma). Presentano lo scrittore Guido Conti e Gianandrea Bianchi, Daniela Stecconi leggerà alcuni brani dell'autore. L'evento è aperto al pubblico.

Link di approfondimento: