Castagne cucinate in padella

Come cucinare le castagne in una padella normale? Ecco alcuni consigli per farle in casa senza problemi.

Al forno, al microonde, bollite è davvero possibile cuocere le castagne in diversi modi. A questi dobbiamo necessariamente aggiungere la cottura delle castagne in padella. È infatti possibile cuocerle in una comunissima padella antiaderente come quelle che abbiamo tutti nelle nostre cucine.

Certo i puristi della tradizione culinaria storceranno un po’ il naso ricordando la classica padella forata che si utilizza per questo tipo di cottura, ma anche una padella comune può svolgere egregiamente la sua funzione.

Basta seguire alcuni piccoli accorgimenti per un ottimo risultato.

Per la cottura delle castagne in padella bisogna inciderle e metterle in ammollo nell’acqua per ammorbidirle e riuscire poi a sbucciarle facilmente. Se volete renderle ancora più dolci e gustose potete aromatizzarle durante la cottura aggiungendo una bacca di vaniglia o delle stecche di cannella.

Dosi: considerate una decina di castagne a persona.

Preparazione: prendete le castagne e incidetele nella parte centrale bombata con l’aiuto di un coltellino.

Mettetele in ammollo in una ciotola d’acqua per una decina di minuti.

Dopo dieci minuti, scolate velocemente le castagne dal liquido di ammollo poi, senza asciugarle, posizionatele in padella cercando di mantenere la parte con l’incisione verso l’alto.

Coprite con il coperchio, posizionate la padella sul fuoco e fate cuocere per 5 minuti. Trascorsi questi minuti giratele dall’altro lato e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

A cottura completata (ricordate che il tempo potrebbe variare a seconda delle dimensioni delle castagne), sbucciatele finché sono ancora calde e servite subito el vostre caldarroste in padella.