Archivio Eventi

FESTIVAL DEL TEATRO SOCIALE FITEL

Questa XX^ edizione di “PROSCENIO AGGETTANTE" si è svolta dal 1 al 6 ottobre 2018 al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme (PR).

La giuria, riunitasi al termine delle rappresentazioni ha deciso i seguenti riconoscimenti, consegnati durante la serata di chiusura, sabato 6 ottobre 2018.

MENZIONE a Manuel Dionisi, light designer del Festival.

Motivazione: Per la professionalità e il giocoso impegno nell’esaltare le soluzioni creative di ogni spettacolo della rassegna.

I PREMIATI:

> Premio migliori costumi alla compagnia “III Classe del dopolavoro Ferroviario” di Campobasso.

Motivazione: per la cura e la fantasia espressa nella scelta dei costumi che hanno saputo disegnare i caratteri dei vari personaggi.

> Premio migliori scene ad Alberto Borgi.

Motivazione: per la magia che ha saputo creare accompagnando il pubblico e gli attori in un gioco di continue trasformazioni ben sottolineate dall’efficace allestimento.

> Premio "Maurizio Duiz" all’attore giovane a Davide Lupi, per lo spettacolo “La Palla al Piede”.

Motivazione: per aver interpretato con la giusta leggerezza e ironia il personaggio di un giornalista inesorabile anche se apparentemente disinvolto.

> Premio migliore attore non protagonista a Davide Zoni per lo spettacolo “La palla al piede”.

Motivazione: Per la capacità di caratterizzare con disciplina scenica il personaggio dell’Arrangiatore musicale.

> Premio migliore attrice non protagonista a Maria Cristina Fedele per lo spettacolo “il pianeta delle donne”.

Motivazione: Per la passione e la capacita’ di descrivere con equilibrio il suo personaggio attraverso registri recitativi ben modulati.

> Premio migliore attore protagonista ad Antonio Clemente per lo spettacolo “cuore nero”.

Motivazione: per l’energia interpretativa del giovane malavitoso in conflitto con la sua fragilità interiore.

> Premio migliore attrice protagonista a Viola Massone, per lo spettacolo “l’uomo della mancha”.

Motivazione: per la dolcezza espressiva con la quale ha saputo rendere il suo personaggio nelle sfaccettature visionarie presenti nell’immaginario di don Chisciotte.

> Premio migliore regia a Franco Giura per lo spettacolo “l’uomo della mancha”.

Motivazione: per aver diretto con maestria il gioco teatrale inventando soluzioni impreviste e poetiche.

> PREMIO SPECIALE FITeL al vincitore della XX^ Edizione del Festival "Proscenio Aggettante" allo spettacolo "l’uomo della mancha" presentato dalla compagnia “la bottega degli specchi”.

Motivazione: Spettacolo coinvolgente, dallo stile innovativo, che ha saputo utilizzare i diversi piani teatrali lasciando un’impronta originale e propositiva nel ventennale del festival.

DAL 1 AL 6 OTTOBRE A SALSOMAGGIORE TERME LA XX EDIZIONE DI PROSCENIO AGGETTANTE

Sei serate di Teatro Sociale in occasione della rassegna teatrale promossa dalla Federazione Italiana Tempo Libero.

Fa tappa a Salsomaggiore terme dal 1 al 6 ottobre 2018 l’ormai storico “Festival del Teatro Sociale”. Ideato e organizzato da FITeL (la Federazione Italiana Tempo Libero, promossa da CGIL, CISL,UIL) “Proscenio Aggettante” che quest’anno festeggia la sua ventesima edizione al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme. 

Per sei giorni all’insegna di grandi nomi della drammaturgia saranno messi in scena, dalle più prestigiose compagnie regionali e nazionali del teatro amatoriale, gli spettacoli selezionati dalle sedi regionali di FITeL.

“Proscenio Aggettante” è un Festival dedicato al teatro sociale, seguito e atteso ogni anno dagli spettatori così come dalla stampa. Una risposta concreta alle difficoltà nelle quali vive quotidianamente la cultura. “Proscenio Aggettante” pone l’attenzione alla cultura, al sociale e ai temi civili, questo ed altro è il Festival della FITeL, un appuntamento imprescindibile di teatro, una casa per la scena amatoriale e sociale e per tutti coloro che fanno dello spettacolo una filosofia di vita, una disciplina rigorosa per affrontare meglio la vita di tutti i giorni.

Il programma:

Lunedì 1 ottobre ore 21:00 - la Compagnia The Butterflies del Cral AUSL di Parma (FITeL Emilia Romagna) presenta:

LA PALLA AL PIEDE di George Feydeau. Con Silvia Incardona, Roberta Silva, Rosa Salamone, Emanuela Maradini, Antonio Negri, Davide Lupi, Elena Scotti, Davide Zoni, Flavio Amendola, Franca Guareschi, Simonetta Gariboldi, Antonella Tedeschi. 
È una commedia ottenuta senza volgarità, senza forzature, con meccanismi razionali di alta precisione, inseriti in situazioni e passaggi spesso vagamente surreali. 

La palla al piede si sviluppa attraverso un complicato meccanismo di commedia degli equivoci. La storia è quella di un amante libertino e spiantato che si vuol finalmente sistemare con una "ragazza di buona famiglia" ma non riesce a troncare la sua attuale relazione con una cantante, che anzi viene scritturata per rallegrare la sua festa di fidanzamento. Quando ormai tutto sembra precipitare ecco l'irrazionalità dell'amore che interviene a sovrastare le cose e a riparare l'irreparabile.

Martedì 2 ottobre ore 21:00 - la Compagnia La bottega degli specchi  (FITeL Piemonte) presenta:

L’UOMO DELLA MANCHA Liberamente tratto dall’opera di Dale Wasserman. 

Direzione artistica Matteo gorgoglione. Con Franco Giura, Viola Massone, Alberto Borgi, Bruno Brean, Carola Corgnati, Maddalena Passerò, Giorgia Brean, Massimo Castaldo, Alfonso Trisolino. Musiche Matteo Gorgoglione, Ugo Guizzardi. Scenografia Alberto Borgi. Costumi Carola Corgnat. Locandina Samantha Girotto. Regia Franco Giura.

Costretto in una misera segreta, in attesa di un processo davanti  all’Inquisizione, Miguel de Cervantes racconta ai suoi compagni di prigionia le avventure di Don Chisciotte della mancha e del suo fido scudiero Sancho. 

Allegorie e immaginazione, mulini a vento, investiture da cavaliere errante, l’incantevole bellezza di Dulcinea, la difesa degli oppressi: Don Chisciotte tenta l’assurdo per raggiungere l’impossibile stella del sogno.

Mercoledì 3 ottobre ore 21:00 - la Compagnia Terza Classe “Dopolavoro Ferroviario Campobasso” (FITeL Molise) presenta due atti unici di De Filippo:

GENNARENIELLO - con Tonia Anzini, Stefania Colucci, Dina Del Gaiso, Robertino De Gennaro, Daniele D’Adamo, Sebastiano Iannone, Michele Formica, Dario Di Vincenzo.
La commedia breve, apparentemente inconsistente nella trama e leggera per le figure comiche di Tommasino e della sorella zitella di Gennaro, è invece intrisa da una profonda melanconia dell'autore nei confronti di quegli uomini che, sempre attratti dalle grazie femminili e dalle lusinghe della giovinezza, non si rassegnano al passare del tempo e vivono in una famiglia che, essi pensano, non li circonda dell'amore e della considerazione che desidererebbero.

QUEI FIGURI DI TANTI ANNI FA - con  Tonia Anzini,  Stefania Colucci,  Dina Del Gaiso, Luisa Spina, Maria Trivisonno, Sebastiano Iannone, Daniele D’Adamo, Robertino De Gennaro, Goffredo Tullo,  Nino Caminiti, Michele Formica, Alessandro Maritato, Dario Di Vincenzo, Patrizia Fiammelli, Silvana Di Paola, Bruno Paura
La commedia narra di una serata nel "Circolo della caccia", nome fittizio che serve da copertura per una casa da gioco clandestina, gestita da don Gennaro Fierro.

Giovedì 4 ottobre ore 21:00 - la Compagnia ‘A chiave ‘e ll’acqua (FITeL Campania) presenta:

CUORE NERO di Fortunato Calvino. Con Lucio Piezzo, Antonio Clemente, Patrizia Masiello, Peppe Carosell. Regia di Lucio Piezzo.

“Cuore Nero” è la storia di due malviventi, Pietro e Tommaso. Una chiesa abbandonata è il loro ritrovo, il loro nascondiglio e, ormai, la loro casa. 

La pièce è la storia di un amore difficile, l’amore inaccettabile che i due protagonisti, in misura più o meno evidente, negano ai loro stessi cuori. 

Con questa si intreccia anche la storia di una prostituta, Anna la Rossa, e del suo inusuale cliente, Rino.

Venerdì 5 ottobre ore 21:00 - La compagnia teatrale del CRUT  dell’Università di Trieste (FITeL Friuli Venezia Giulia) presenta:

IL PIANETA DELLE DONNE con Monica Delle Donne, Francesco Facca, Mariacristina Fedele, Anna Corrente, Olivia Giannini, Erica Cappello. Testo e regia di Giorgio Amodeo.

In un prossimo futuro, forse nemmeno troppo lontano, tutte le mansioni lavorative più faticose verranno prese in carico dalle macchine mentre la genetica e la clonazione consentiranno all’umanità di programmare con sicurezza ogni nuova nascita. In questa situazione la figura maschile risulterebbe quindi apparentemente superflua per la continuazione della specie umana. Il nostro pianeta potrà perciò un giorno essere popolato quasi interamente da donne che vivrebbero così in un mondo, apparentemente idilliaco, nel quale poter ricordare con ironia e sarcasmo i tempi andati. 

Sabato 6 ottobre ore 20,00 - consegna dei premi FITeL 2018 assegnati dalla giuria presieduta da Mita Medici.

Presenta Cristina Carbotti giornalista RAI 

Ospiti della serata:

⁃ CRISTIANO CREMONINI (cantante lirico e pop) è un tenore italiano nato a Bologna nel 1974. Comincia privatamente lo studio del pianoforte e a diciassette anni viene ammesso ai corsi di Canto lirico presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna. Prosegue la sua formazione vocale presso la Scuola di Canto del Maestro Angelo Bertacchi; viene ammesso ai corsi di Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. A ventuno anni avviene il suo debutto teatrale nel Don Carlo di Verdi al Teatro Sociale di Mantova (Araldo Reale). La sua duttilità vocale gli ha di recente permesso di spaziare in numerosi generi musicali affermandosi a tutti gli effetti come artista crossover. 

⁃ GUIDO MEZZERA (scrittore), nato a Milano, dove si è laureato in Letteratura moderna e contemporanea presso l’Università Statale con una tesi dal titolo L’autobiografia impossibile di Italo Calvino. Ha pubblicato Il dono dell’abbraccio (Pietro Macchione Editore 2014), L’amicizia di Zanco (ITACA 2015) insieme a Maurizio De Bortoli. Nel 2017 inizia la pubblicazione della Collana “i canzonieri” (pubblicata da ITACA), con i libri Le scarpe del tennis (racconti ispirati dalle canzoni di Enzo Jannacci), L’onda di ieri (racconti ispirati dalle canzoni di Davide van De Sfroos), Caro amico ti scrivo (racconti ispirati dalle canzoni di Lucio Dalla), e di prossima uscita il libro con racconti ispirati dalle canzoni di Francesco De Gregori.

Guido Mezzera narrerà il racconto “Caruso” tratto dal suo ultimo libro “Caro amico di scrivo e altri racconti ascoltando Lucio Dalla” e Cristiano Cremonini canterà il brano “Caruso di Lucio Dalla” inserito nel suo ultimo album "Tempo presente”.

Alle ORE 21,00 - Francesca Reggiani presenta:

D.O.C. Donne d’Origine Controllata 

Lo spettacolo si basa su una serie di riflessioni che riguardano l’attualità e il mondo che ci circonda. La politica e la sua classe dirigente “al femminile”. Francesca Reggiani è un'attrice, comica e imitatrice italiana di cinema, teatro e televisione.

Il titolo è «D.O.C.», un acronimo che nelle nostre valli fa subito pensare al vino, ma questa volta viene declinato al femminile. Ovvero, «Donne di Origine Controllata», lo spumeggiante show di Francesca Reggiani si inserisce a conclusione della rassegna di Teatro Sociale organizzata dalla Federazione Italiana Tempo Libero (FITeL) che quest’anno è arrivata alla sua XX edizione «Proscenio Aggettante».  

Lo spettacolo della celebre attrice e comica italiana la vede alle prese con una serie di riflessioni che riguardano l’attualità, la politica e una classe dirigente ricca di quote rosa: un vero fuoco di fila di battute, parodie e personaggi che affollano il palcoscenico, da Maria Elena Boschi a Maria Stella Gelmini, Giorgia Meloni e Maria De Filippi. 

La Reggiani, con il suo sarcasmo a metà tra la satira sociale e la caricatura televisiva, propone una fotografia dell’Italia di oggi, «un vademecum del nuovo stile di vita “discount” in cui - spiega - siamo tutti a risparmio». Di sfondo al monologo emerge un mondo che cambia sempre più velocemente, «tra nuove tendenze social, amore, sesso, PIL e sex appeal, import ed escort». 

---

#proscenioaggettante, #fitel, #teatrosociale, #teatronuovosalsomaggiore, #salsomaggioreterme, #cristinacarbotti, #francescacareggiani, #mitamedici, #cristianocremonini, #guidomezzera, #TheButterflies, #CralAUSLParma, #fitelemiliaromagna, #Labottegadeglispecchi, #fitelpiemonte, #TerzaClasse, #DopolavoroFerroviarioCampobasso, #fitelmolise, #Achiaveell’acqua, #fitelcampania, #CRUT, #universitatrieste,

2 SETTEMBRE 2018 MOTORADUNO "LE AQUILE IN VAL D'ARDA"

Domenica 2 settembre 2018 nell'area del Circolo Ricreativo Territoriale di Piacenza e Parma della Federazione Italiana Tempo Libero (CRT FITeL del Ducato) si terrà il Motoraduno "Le Aquile in Val d'Arda".

il Motoraduno prevede varie attività d’intrattenimento: un giro turistico alla ricerca dei sapori della Val d'Arda, con la visita alla Cantina Terzoni, per degustare alcuni dei loro migliori vini. Per poi proseguire con la sosta al suggestivo Castello di Vigoleno alla scoperta delle sorprese che riserva e apprezzare l'accoglienza della Bottega-Osteria dell'antico Borgo.

Nell’area del motoraduno è prevista una gustosa accoglienza che prevede un'ottima grigliata proposta dal Salumificio "La Coppa" di Fiorenzuola d'Arda.

Il tutto sarà accompagnato dall’accoglienza e dalla simpatia del gruppo "gli Amici del Conte" che con i loro abiti storici proporranno gioiosi momenti.d'intrattenimento.

Il Motoraduno è aperto a tutti i motociclisti che vorranno partecipare e la festa pomeridiana (dalle 15:00 alle 22:00) è aperta anche ai non motociclisti (famiglie, amici, soci dei circoli - cral - associazioni aderenti a FITeL), il gruppo dei figuranti "gli Amici del Conte" saranno a disposizione per foto ricordo dell'evento.

Tenetevi in contatto con noi per essere aggiornati sul programma del motoraduno

Su Facebook (clicca qui)

Su GOOGLE (clicca qui)

PROGRAMMA MOTORADUNO “LE AQUILE IN VAL D’ARDA” 

:: Dalle ore 09:00 alle 9:45 registrazione partecipanti e colazione presso la sede del CRT FITeL del Ducato 

:: ore 10:00 - partenza itinerario enogastronomico in Val d’Arda 

:: Prima sosta: degustazione vini della Val d’Arda presso la Cantina Graziano Terzoni.

:: Seconda sosta: visita al Castello di Vigoleno con aperitivo presso la Bottega-Osteria del Borgo.

:: Rientro a Caselle Caminata per la festa con le "COSE BUONE" del Salumificio La Coppa e con l’intrattenimento degli “Amici del Conte”. 

Nel corso della festa saranno premiate le migliori: moto storica, custom, mototurismo, café racer e speciale.

Per prenotare la partecipazione o richiedere maggiori informazioni cliccare qui

Per chi volesse arrivare sabato 1 settembre abbiamo reso disponibile, nell'area del raduno, il posto per piazzare tende da campeggio con servizi wc, gratis.

Organizzazione: 

CRT FITeL del Ducato E.T.S. (Codice Fiscale n. 91115010331) 

Sede in Località Caselle Caminata, 415 - 29017 Fiorenzuola d'Arda (PC)

E-mail: crtfiteldelducato@gmail.com

Tel. +39 345 6167195

DA BEDONIA A SALSOMAGGIORE CON I WORLD HUMOR AWARDS

Dall’esposizione delle caricature al seminario di Bedonia, alla premiazione della terza edizione dei World Humor Awards all’Albergo Terme Baistrocchi.

Siamo a Bedonia, in Val di Taro, località di villeggiatura ai piedi del monte Pelpi (mt. 1480), nella provincia di Parma, non molto lontano dai confini liguri. Tanto verde attorno e buone strutture sportive.

Cittadina ricca di chiese e oratori, Bedonia ospita, sul colle San Marco, il seminario vescovile dove, dal 1981, è cessata la formazione spirituale e teologica di seminaristi e hanno preso vita musei e un centro congressuale.

E' in questa struttura che, dal 31 luglio al 19 agosto 2018, ha luogo la mostra dei disegni che hanno partecipato alla sezione “caricature” dei World Humor Awards, le caricature esposte sono state scelte fra quelle che avevano partecipato alle edizioni  2016 e 2017. 

La manifestazione di disegno umoristico #WorldHumorAwards è ideata dall'associazione culturale Lepidus.it con la collaborazione di FITeL Emilia-Romagna e del CRT FITeL del Ducato, ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e l’edizione 2018 è promossa anche dal comitato Guareschi. 

Il concorso internazionale di disegno umoristico nasce infatti nell'area che corrisponde al "Mondo Piccolo" di Giovannino Guareschi e quest’anno è inserita nel calendario dei festeggiamenti per i 110 anni dalla sua nascita (1 maggio 1908) e i 50 anni dalla sua morte (22 luglio 1968). 

Quel Guareschi che fu scrittore, giornalista, umorista e caricaturista, un ribelle per natura, sempre pronto ad attaccare chi, secondo lui, doveva essere criticato, ma che è sempre riuscito a dimostrare che, in qualsiasi situazione, si può trovare il modo per strizzare gli occhi e allungare un filo la linea della bocca per far nascere un sorriso.

Questa rassegna vuole elogiare l'umorismo, ovvero, quella capacità intelligente di saper rappresentare gli aspetti delle vicende umane dimostrando la convivenza dei contrari in ogni cosa: scoprendo il comico nelle vicende tragiche e viceversa. 

E' un addentrarsi nelle zone nascoste delle cose e delle persone per riuscire a vedere ciò che sta dietro all'esteriorità, ispirando simpatia poichè l'umorismo rifiuta la satira, ossia quell'intento critico del voler ridicolizzare, e qualsiasi altro proposito di offesa. L'umorismo non disprezza, non deride, strappa solo sorrisi veri.

I partecipanti al WORLD HUMOR AWARDS 2018, è alla sua terza edizione, vi partecipano 170 artisti professionisti selezionati, provenienti da 50 diversi Paesi e sono circa 300 opere in concorso. I temi 2018, sono "l'Indifferenza" per il disegno a tema e "Campioni del calcio mondiale" per la caricatura.

Dal 29 agosto al 6 settembre le opere di quest’ultima edizione, saranno esposte nelle sale delle Terme Baistrocchi a Salsomaggiore dove, il 1 settembre, si terrà la cerimonia di premiazione.

(Laura Badiini)

170 AUTORI PER WORLD HUMOR AWARDS 2018

Si è concluso il 21 aprile il termine per la consegna dei disegni in concorso ai World Humor Awards 2018.

Hanno partecipato 125 autori per il disegno a tema "L’Indifferenza" e 45 autori per la caricatura "I campioni del calcio mondiale" in rappresentanza di circa 50 paesi.

La giuria si riunirà i primi di giugno per decidere i vincitori del concorso, ma già durante il mese di maggio ogni giurato proporrà le proprie “nominations”.

WORLD HUMOR AWARD - PREMI INTERNAZIONALI DELL’UMORISMO.

La manifestazione, con il contributo della regione e il patrocinio dei comuni interessati, nasce nell’area che corrisponde al “Mondo Piccolo” di Giovannino Guareschi e consiste nell’assegnazione di riconoscimenti ad opere e autori che abbiano valorizzato l’umorismo e soprattutto in un concorso a premi per disegnatori umoristi. 
Ci teniamo a rimarcare la differenza fra umorismo e satira. Diversamente dalla satira che si limita a denigrare il suo bersaglio, l’umorismo ha il potere di indurre alla riflessione attraverso il sorriso e il grande merito di rivelare la sostanza oltre l’apparenza.